Select Page

La Germania è ormai ritenuta comunemente una delle più importanti mete turistiche del sesso in Europa. Complice anche la legislazione tedesca, che ha legalizzato la prostituzione ormai da 16 anni, sono sempre di più coloro i quali scelgono la Germania quale meta dei propri viaggi, soprattutto quando l’obiettivo è quello di dedicarsi al piacere sfrenato. Normale, dunque, che in questo contesto pullulino servizi di escort advisor, siti dedicati alle proposte per trovare donne, ma non solo, pronte a soddisfare ogni tipo di pulsione sessuale. In Germania, infatti, il sesso è un affare per tutti, anche per lo Stato, che incassa ogni anno tantissimi soldi da prostitute, escort di lusso e locali a luci rosse, che pagano le tasse come qualunque altra professione o attività.

Nonostante la popolazione sia sostanzialmente divisa a metà tra chi è favorevole e chi contraria al “sesso libero”, ormai la maggior parte dei cittadini tedeschi si sono abituati alla presenza di aree all’aperto e locali dedicati all’FKK, ossia alla Freikörperkultur (“cultura del corpo libero”). Negli zoo, nei parchi, su isolotti, ogni attrazione turistica è buona per installarvi all’interno aree dedicate ai naturisti e a chi suole praticare il sesso senza tante inibizioni. È normale, dunque, che nascessero di conseguenza anche siti dedicati per fornire consulenza e aiuto a chi si trova già sul posto o vuole recarsi in Germania proprio per provare nuove avventure legate al sesso.

FKK e case del sesso in Germania

Berlino, Monaco di Baviera, Stoccarda, Colonia, sono diverse le città che offrono esperienze di questo tipo. Negli ultimi tempi, inoltre, con la diffusione delle cosiddette tariffe flat rate, vi è stato un ulteriore boom del turismo sessuale in terra teutonica. Molti locali, tra i quali ve ne sono alcuni ritenuti al top a livello mondiale (il Caligula, ad esempio), offrono sesso illimitato in cambio di un costo fisso. Si paga una cifra all’ingresso, sui 100-120 euro e si ha diritto ad avere rapporti sessuali senza limiti fino all’orario di chiusura. Una formula che non piace ai puritani, che sostengono che questo tipo di offerte rovinino l’immagine della Germani trasformandola in una sorta di “grande bordello”. Altri locali, invece, dopo una quota d’ingresso, richiedono un pagamento a parte a seconda della tipologia della prestazione sessuale.

In alcuni casi, invece, le ragazze all’interno del locale sono delle libere professioniste, che si possono contattare tramite escort advisor, oppure incontrare direttamente sul posto per contrattare il prezzo della prestazione. Sono vere e proprie professioniste del sesso, che operano con partita IVA, fanno una dichiarazione dei redditi e vi pagano su le tasse come qualunque altro tipo di autonomo qualificato.

Quando le bambole diventano escort

Tra le peculiarità della Germania, infine, c’è la cosiddetta Bordoll, ossia una moderna casa di appuntamenti all’interno della quale le escort sono bambole gonfiabili. Ha aperto nel 2017 a Dortmund ed ha un costo che si aggira sui 70 euro all’ora. L’iniziativa è dell’imprenditrice Evelyn Schwarz, che per avviare questa attività ha effettuato un investimento importante, tramite il quale è riuscita ad acquisire undici bambole in silicone, ciascuna con le proprie caratteristiche e orientata ad un certo tipo di utenza.