Select Page
Premessa

Come tutte le persone, anche chi ha deciso di cambiare la propria sessualità merita rispetto, quindi nel momento in cui decidete di approcciare un trans, vi raccomando di essere educati e non trattare chi avrete davanti come un oggetto o qualcosa di strano, visto che non ha nulla che non vada.

Primo contatto
Come si dice, il buongiorno si vede dal mattino.
Ricordandoci questa massima di saggezza antica, nel momento in cui entrate in contatto con un trans in chat, cercate di evitare l’uso di domande legate a luoghi comuni e/o volgarità in genere.
L’uso di un linguaggio spinto eventualmente potrete riservarlo ad una fase successiva, nella quale potrete magari aver scelto di comune accordo l’uso di determinate terminologie.
Siate perciò educati e gentili, ponendo le vostre domande con onestà e chiarezza.

Durante la conversazione
Vi suggerisco di non usare termini astrusi nè di essere invadenti con le richieste di chiarimenti sul perché di certe scelte, credo che saprete tutto se e quando vi incontrerete.
Tenete presente che non a tutti piace parlare delle proprie scelte di vita con un estraneo.
In fondo, se creerete un’atmosfera più rilassata, sarà certamente più agevole pensare di aprirsi e le cose verranno da sole.
Consiglierei anche di evitare di far richieste troppo intime, che creerebbero da subito una barriera, rendendovi sospetti agli occhi di chiunque, figuriamoci davanti a chi il più delle volte ha già dovuto fornire spiegazioni troppo spesso non dovute.

Richiedere un incontro
Se dopo una conversazione ritenuta soddisfacente avrete ancora intenzione di incontrarvi, vi suggerisco di formulare la vostra proposta magari sotto una forma allusiva, proponendo un incontro per condividere un caffè, un aperitivo o qualcosa di simile.
Ovviamente lasciare la possibilità di trascorrere del tempo insieme, seppur magari ridotto, è un modo per mettere a proprio agio l’altra persona, evitando di dare l’idea di voler andare diretti verso un solo obbiettivo.

Sarebbe bene ricordare anche che spesso le persone di questo genere vogliono sentirsi “accettate” e quindi avere un approccio più delicato non può che giovare nel creare un’atmosfera di complicità che è comunque sempre raccomandabile per ogni tipo di incontro.
La fiducia reciproca, la trasparenza e il creare un rapporto di genuina comunicazione, faranno sì che il passaggio da una conoscenza virtuale ad una reale diventi un qualcosa di naturale, evitando le forzature che altrimenti potrebbero generarsi nel caso in cui l’incontro fosse imposto con regole diverse.
Anche nel caso in cui voleste fare un “regalo” alla persona, evitate di scadere nel volgare parlando di denaro o fare altri tipi di allusioni, soprattutto visto che in genere le regole verranno presto stabilite e probabilmente proprio durante il vostro primo colloquio dal vivo (ricordate che più sarete stati educati prima, migliore sarà il trattamento che riceverete poi).